La Tecnologia de Il Canto Oscuro


Alcuni lettori di fantascienza, pur apprezzando il romanzo, hanno espresso una loro perplessità su Il Canto Oscuro.

La mancanza di una tecnologia avveniristica e visionaria, capace di incidere in maniera visibile e “drammatica” sul quotidiano. Hanno ragione… Tale scelta è stata voluta. Ho riflettuto parecchio su questo punto.

Al di là del fatto che cose che diamo per scontate, come il telefono e l’automobile, ad inizio del Novecento generavano ancora un sense of wonder, vi è un problema legato alla natura delle macchine di Babbage.

L’informatica ha cambiato direttamente la nostra vita quando è divenuta distribuita, grazie alla miniaturizzazione. Cosa difficile per ingranaggi e caldaie.

Per questo il ruolo dei computatori è simile a quelli dei nostri mainframe o dei grandi computer degli anni Sessanta e Settanta, portatori di un’influenza indiretta e impalpabile sul quotidiano.

Monumenti al progresso, capace di colpire l’immaginario collettivo e strumenti tramite cui la burocrazia aumenta il controllo sulle nostre vite

Annunci

3 thoughts on “La Tecnologia de Il Canto Oscuro

  1. Pingback: Sandalpunl | ilcantooscuro

  2. Pingback: Sandalpunk | ilcantooscuro

  3. Pingback: Sandalpunk | ilcantooscuro | HyperHouse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...