Ray Bradbury

Quando muore uno scrittore, i giornalisti si affrettano a tirare fuori dai cassetti i relativi coccodrilli, in cui tutti diventano geni e pietre miliari del genere.

Anche se ci credo poco, in futuro potrebbe accadere anche a me… Stavolta è stato il turno di Ray Bradbury. Sarò sincero. La sua scrittura non mi dispiaceva, i suoi libri non mi annoiavano, ma neppure mi facevano sognare. Non mi generavano nè rabbia, nè empatia.

Perchè ? Forse per il fatto che Bradbury odiasse della Modernità ? Neppure, perchè per odiare di qualcosa, bisogna conoscerla a fondo, evidenziarne i pericoli e le contraddizioni.

Bradbury preferiva invece ignorarla. Fahrenheit 451, inizialmente pubblicato su Playboy, a perenne beffa dei finti moralisti che appestano la nostra penisola, guarda più alle follie della Germania nazista che all’evoluzione della società aperta, in cui la cultura e l’informazioni diventano tanto più impalpabili quanto pervasive…

E Cronache Marziane è un western a cui è stato cambiato il nome dello sfondo… Ecco forse ciò che non mi faceva amare Bradbury. Il non essere abbastanza immaginifico, il trattenersi dal creare mondi

Un pensiero su “Ray Bradbury

  1. Pingback: Leviatano ’99 | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...