Massimo Balestrini

Comincia ad essere qualche anno che conosco Massimo Balestrini. Abbiamo lavorato assieme a diversi progetti. Meditazione sull’Intelligenza Artificiale.

Con Cosmopolis, riflessione sulla crisi della modernità, siamo finiti ad Art Basel Miami. Abbiamo esplorato le suggestioni connesse alla Porta Magica.

E sono felice di aver dato il mio piccolo contributo alla sua ricerca. Massimo è il Bosch del 2000. Con il suo sguardo attento, seziona quanto è di contorto, ipocrita e marcio nella nostra società in decomposizione.

Lo proietta su tele brulicanti di colori, segni e simboli che ci scuotono con la loro bellezza e ci parlano nel profondo, costringendoci a riflettere su ciò che siamo e su ciò che dovremmo essere.

Un pensiero su “Massimo Balestrini

  1. Pingback: Una Cadillac rosa, all’improvviso… | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...