Seconda Esposizione Internazionale Loverista

Il Loverismo continua nella sua lotta contro l’Arte ridotta a merce, in cui sembra valere quanto detto da Hobbes

Homo homini lupus

Contro un mondo in cui gli artisti, invece di collaborare e imparare l’uno dall’altro, si scannano come cani per un misero osso, a tutto vantaggio di quel circo Barnum che li sfrutta.

Per contrapporre a tale andazzo la loro Utopia, intesa nel senso originario di futuro possibile, il 20 i loveristi alle ore 19.30 presso il centro culturale romano Elsa Morante apriraranno la loro seconda esposizione internazione, curata dal buon Mauro Tropeano, che si concluderà il 2 agosto.

Al nucleo della prima mostra, tenuta presso l’Hula Hoop, si aggiungono gli artisti Martina Monopoli, Mary Rouge e Valentina Zummo.

Nel vernissage vi sarà la performance di Live Painting (inizio ore 21:00) ad opera dell’audace Alessio Fralleone che per l’occasione sarà accompagnato dai musicisti Christian Muela (didjeridoo) e Dario Piccioni (contrabbasso), complici nella composizione della colonna sonora della performance dell’artista romano.

Ci sarebbe anche dovuto essere un reading de Il Canto Oscuro, ma ahimè, per una serie di fantozziani eventi, purtroppo ho dovuto dar buca.

Perchè partecipare a questo evento ?

Perchè rappresenta la sintesi dei tre principi cardini del movimento:

1) Il primato di Eros, ciò che Plotino definiva

L’occhio del desiderio che permette all’amante di vedere l’oggetto desiderato, correndo egli stesso per primo dinanzi e riempiendosi di questa visione ancor prima di aver dato all’amante la facoltà di vedere col suo organo

Tensione verso la conoscenza del Mondo e del Prossimo e farmaco contro il dolore di vivere che accompagna l’Uomo contemporaneo

2) La fiducia nell’àgape, l’amore discensivo di chi dona che si contrappone al calcolo dei benefici e degli interessi dell’Economia.

Amore che si concretizza anche nel portare l’Arte nella periferia romana, in quello che era il famigerato Laurentino 38

3) Il rifiuto di ogni barriera, nella convinzione che un movimento artistico nasce dall’esperienza di vita e non da astratti programmi

Illusioni ? Forse, ma se perdiamo il coraggio di sognare, non siamo più uomini, ma morti che camminano

Un pensiero su “Seconda Esposizione Internazionale Loverista

  1. Pingback: Prime segnalazioni 2014 | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...