Sulla riunificazione tedesca

Do visibilità ad un intervento di Mia De Schur sulle dinamiche della riunificazione tedesca.

Compulsivamente obbediente al nuovo sistema, la Repubblica democratica tedesca entrò nella riunificazione della Germania con pose e slogans ripetuti tratte dal dogma comunista: ma questi non erano che una maschera.

La DDR, sotto la nomea del comunismo, non ha fatto nient’altro che riproporre nella modernità le dinamiche della struttura feudale.

Sulla base della piramide, i lavoratori sottomessi ed ubbidienti. A metà, una classe media che fingeva di sostituire i valori acquisiti durante il nazismo con quelli imposti dai Russi.

Al vertice, i nuovi Junker che invece dalla proprietà terriera feudale, acquisivano la loro legittimità dall’appartenza al partito.

Nel frattempo, il governo della Deutsche Demokratische Republik si è comportato come la monarchia che aveva incoraggiato lo sviluppo del capitalismo industriale nel secolo XIX.

Questo ha creato un paradosso: la classe media, esclusa dal potere, accumulava capitali che non poteva spendere in beni di consumo. Di fatto accumulava liquidità.

Con l’Unificazione, gli Junker hanno perduto la base politica di legittimità. I poveri sono rimasti poveri. La borghesia, invece, con la svendita dei beni di stato, ha avuto l’opportunità di impiegare la liquidità accumulata nei risparmi.

Alla fine della DDR, un tedesco dell’Est poteva comprare enormi proprietà immobiliare nel’Est, per circa 8000 marchi della sua valuta: chi l’ha fatto, dopo la riunificazione, ha approfittato dell’enorme incremento della rendita immobiliare per diventare ricco.

Si è così creata una classa sociale parassitaria, la sua ricchezza non deriva da attività produttive, conservatrice, poichè vede i poveri come suoi nemici e razzista, a causa delle basi culturali naziste.

Aggiungo una cosa…. Questa classe sociale che costituisce un patrimonio di voti per la Markel e ne condiziona la politica: di fatto sono la zavorra che sta affondanto la Germania e l’Europa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...