Il Default di Cipro

Poco se ne parla, ma Cipro sta tornando a rischiare il default. Se ne da poco evidenza, sia per i numeri in gioco, 13 miliardi di euro di debito, sia perchè è la pistola fumante della guerra economica tedesca.

Il default di Cipro non deriva dai conti pubblici, in ordine sia in termini di avanzo primario, sia in termini rapporto deficit/PIl e i fondamentali economici sono buoni, disoccupazione tra l’8 e il 10% e una crescita del Pil intorno all’1% annuo, ma dalla questione bancaria.

In pratica, le tre principali banche cipriote, la Banca di Cipro, Marfin e Banca Ellenica avevano investito molto nei titoli di stato greci.

Quando è iniziata l’operazione speculativa tedesca, ovviamente si sono trovate improvvisamente con tanta carta straccia: a questo si è aggiunta la crisi del turismo che portato al deterioramento della loro qualità del credito.

Tale deterioramento è stato accentuato dalle sofferenza connesse ai prestito elargito al settore privato greco, pari a 22 miliardi di euro e dovute alla politica recessiva imposta dai tedeschi ad Atene e dall’elevato debito privato cipriota

In pratica si sono ricreate le stesse condizioni della crisi islandese, persino nella fuga di capitali: i risparmi russi e italiani stanno scappando in massa.

In totale, le banche hanno un debito di 152 miliardi di euro, otto volte il PIL del paese, secondo una stima del Fondo Monetario Internazionale. Già nel giugno scorso hanno chiesto aiuti allo Stato per 2 miliardi di euro.

Al contempo, la speculazione, consapevole di questa situazione, ha ridotto i titoli di stato a livello di spazzatura: Cipro per finanziarsi non può ricorrere più al mercato finanziario, ma deve chiedere aiuti all’UE.

Tra l’altro,che in caso di salvataggio delle banche, il debito pubblico cipriota sarebbe 85% del PIL, migliore di quello francese…

Per farla breve, noi diamo soldi a Cipro, per salvare il suo sistema finanziario rovinato da Berlino che a sua volta, per erogare i prestiti, vuole imporre ai ciprioti una macelleria sociale, per creare un circolo vizioso di povertà analogo a quello greco e italiano

3 pensieri su “Il Default di Cipro

  1. Pingback: Sostenibilità del debito | ilcantooscuro

  2. Pingback: Sostenibilità del debito | ilcantooscuro

  3. Pingback: Fase 2.0 | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...