Il gioco del Tempo

tempo

 

“Il gioco del tempo”
mostra personale di Alessandra Carloni
a cura di Togaci Arte

progetto comunicativo
Francesca Mariani

Special Guest
Nicoletta Salvi
Mestrella Femminista 
ore 21.30

All’Hula Hoop, luogo cardine dell’Avanguardia romana, sito in via de Magistris 91/93, si inaugura l’otto febbraio, alle 19,30, la personale Gioco del Tempo di Alessandra Carloni, artista che con il horror vacui e il suo sguardo onirico sulla realtà, può definirsi erede spirituale di una visione dell’arte che comincia con Bosch e prosegue nel Novecento sino a Depero

Di seguito, la presentazione della mostra

Nelle città che si frammentano come caleidoscopi, spazi urbani e mentali, si muovono figure stilizzate simili ad automi, guardiani del tempo con le ali ripiegate, personaggi presi nel vortice frenetico del quotidiano o addormentati in enormi pesci volanti.

Un limbo di sogno meccanico, fatto di ingranaggi, spicchi di luce, geometrie esistenziali che invitano lo spettatore a ri-conoscersi in questi spazi temporali d’attesa.

E’ il colore, spesso tenue, a contrasto con il caos delle linee spezzate – che ricordano la preziosa lezione del futurismo – a suggerire la dimensione onirica che si combina con quella reale, in cui il tempo gioca un ruolo beffardo, ribaltando la clessidra, aumentando o decelerando il ritmo.

E ciascuno di noi è parte agita e attiva di questa meccanica immaginifica.
Città che sono in nostro involucro, il nostro abitare emotivo e che possono diventare ugualmente paesaggi desolati e desolanti, scenografie stilizzate piene di “vuoto”.
Siamo “esistenze molteplici e complesse smarrite nella caoticità di un vivere metropolitano e solitarie dentro il desolante scorrere del tempo delle nostre città”(A.Morino).

Esistenze in bilico in città sospese, seppur ciascuno di noi è elemento necessario del puzzle, una domanda in continua ricerca di risposta.

Il lavoro artistico di Alessandra Carloni coglie poeticamente i disagi della contemporaneità, dandone un’impronta fantastica: un racconto pittorico immaginifico della dimensione apocalittica che stiamo vivendo in questo periodo storico, in cui, seppur il caos sembri inevitabile “destarsi è possibile…è solo necessario volerlo”(C.Garro).

testo a cura di Francesca Mariani, illustratrice

Un pensiero su “Il gioco del Tempo

  1. Complimenti ad Alessandra Carloni, con le sue opere invita la nostra vista a posare gli occhi su di esse, ed involontariamente ci si ritrova a toccare la polpa sabbiosa di ogni colore perdendo la conta degli attimi sgranellati sotto i polpastrelli tinti, tuttavia la ricerca perpetua dell’arte in ogni sua forma non si presenterebbe ai nostri occhi se non grazie all’estenuate ed instancabile Togaci, che ovunque è lei stessa Arte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...