I pirati e l’astronave di Resnick

Ieri sera, mi sono letto in una volata

I pirati e l’astronave di Resnick

Anche se ho un’idea diversa di fantascienza, ossia creare mondi, piuttosto che tradurre nello Spazio idee narrative tradizionali e collaudate, tanto di cappello all’autore.

Ha scritto una storia agile e divertente… Cosa che spesso tanti, me compreso, non riescono a fare.

Il manierismo, o postmoderno, può essere efficace, quando non si prende troppo sul serio e si ricorda che lo scopo primario della letturatura è affiscinare il lettore, non ammorbarlo con giochetti enigmistici

La perplessità che ho avuto, però, non riguarda il romanzo in sè, ma la decisione annunciata nell’editoriale finale.

In quest’anno sulla collana Urania verranno ristampati romanzi pubblicati in tempi recenti, ossia negli ultimi dieci anni.

Alcuni li prenderò, altri, avendoli già letti, li eviterò come la peste.

Il dubbio che mi viene è che coloro che dirigono il marketing della Mondadori, abbiano idee molto vaghe su da chi sia costituito il pubblico d’Urania: non lettori a rapido ricambio, ma di lungo corso… Riproporre a questi cose che già hanno comprato, specie se abbonati e quindi senza la possibilità di non comprare, è il modo migliore per diminuire le già basse vendite

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...