Come nasce un dinosauro (parte I)

Una domanda che i primi lettori del Vecchio Jo mi stanno facendo è dove ho rimediato il Nigersaurus

La tentazione è di rispondere loro: guarda questo passa il convento, i dinosauri più fichi sono stato utilizzati dagli e quindi mi sono dovuto adattare.

In verità, la scelta è stata consapevole: non volevo scrivere il solito plot alla Jurassic Park, del tipo

“cattivi rettiloni che cacciano umani”

anche perchè se fossi un tirannosauro, probabilmente sarei molto impaurito nel trovarmi davanti un Leopard II armato di tutto in punto.

In pratica ho immaginato che, dopo un periodo di shock culturale dovuto all’apparizione dei dinosauri, probabilmente ci saremmo adattati, trovando anche un modo per sfruttarli economicamente, utilizzandoli come bestiame.

E qui casca l’asino: non potevo utilizzare un carnivoro, per ovvi motivi. I sauropodi di grossa dimensione erano esclusi, per il loro ingombro che li rendeva poco gestibile.

Inoltre il loro cibo preferito, le tenere foglie di felci giganti, non che siano molto comuni nella Pianura Padana.

Dovevo quindi trovare un sauropode erbivoro, di medie dimensioni, che potesse mangiare erba.

Il Nigersaurus, lungo una decina di metri, con centinaia di denti a batteria adatti a brucare, è stato il candidato ideale… L’enorme, placida mucca del Mesozoico

Annunci

One thought on “Come nasce un dinosauro (parte I)

  1. Pingback: Come nasce un dinosauro (parte II) | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...