I Ming a Venezia ?

Ieri, per puro caso, sono stato coinvolto dal pittore Don Seastrum,in una discussione sulla congettura 1434 di Gavin Menzies, in cui si afferma come nel 1434 una ambasciata cinese organizzata nell’ambito delle spedizioni comandate da Zheng He raggiunse Venezia e Firenze, ove quale si trovava il papa Eugenio IV, presentando doni e documenti concernenti svariate conoscenze astronomiche, nautiche e tecnologiche consolidate dalla civiltà cinese che avrebbero influito sullo sviluppo del Rinascimento.

Congettura che secondo me fa acqua da tutte le parti: nel post che segue, evidenzierò le mie perplessità.

Secondo Menzies, l’ambasciata è stata costituita da 5 giunche oceaniche giunte nel Mediterraneo tramite il canale del mar Rosso, antenato di quello di Suez.

Peccato che questo fosse inutilizzato dal VII secolo d.C. dai tempi del califfo abbaside al-Mansur e anche a regime, come scoperto da Antonio e Cleopatra dopo la battaglia di Azio, inadatto al transito di navi di grandi dimensione

Quindi l’ambasciata cinese, per giungere a Venezia, avrebbe avuto tre possibilità

1) Sbarcare nei porti mamelucchi del Mar Rosso, attendere la “mude” veneziana per il Levante
2) Affittare navi ad Alessandria d’Egitto
3)Circumnavigare l’Africa

Tutte e tre le possibilità hanno grosse difficoltà per essere realizzate

La muda per l’Egitto, il conviglio navale dedicato al commercio con i mamelucchi, era costituito da cinque galere, che sarebbero stato cariche di merce: sarebbe mancato lo spazio materiale per caricare i cinesi e i loro beni. Inoltre, partendo a dicembre da Alessandria, sarebbe giunta a gennaio 1435 a Venezia, facendo saltare tutta la timeline di Menzies.

Affittare navi ad Alessandria: una giunca oceanica, ha come carico utile 500 tonnellate. Nel Mediterraneo dell’epoca, vi è erano a disposizione le Navi Tonde, che caricavano 1000 tonnellate e le galee da commercio, con un carico medio di 140 tonnellate.

I cinesi avrebbero dovuto:

a) Affittare 3 navi tonde e 2 galee da guerra come scorta, tanto per non fare venire strane idee a turchi, barbareschi o cavalieri ospitalieri. Il problema è che tra Aragona, Genova e Venezia, di navi di quel tipo se ne contavano complessivamente una ventina e nel periodo dell’ambasciata, nessuna era disponibile, essendo impegnate nella “muda” per le Fiandre

b) Affittare 20 galee mercantili e 5 di guerra da scorta e percorrere in senso inverso la stessa rotta della “muda” per l’Egitto. Al di là delle difficoltà di affittare tutte queste navi ad Alessandria, una simile flotta non sarebbe stata inosservata

Circumnavigare l’Africa: impresa alla portata delle navi cinesi, di gran lunga superiori a quelle europee dell’epoca. Però, avrebbe duvuto incontrare la flotta portoghese, impegnata a doppiare capo Bojador, traversare Gibilterra, fare sosta ad Algeri, Messina, Ancona. Possibile che in queste tappe nessuno abbia segnalato la presenza di navi “strane”, visto che le giunche avevano poco in comune con le galee ?

Inoltre, i viaggi di Zheng He in Africa, sono supportate da prove concrete, come ceramiche e monete cinesi trovare a Mogadiscio e a Mombasa. Nei porti mediterrane e in Italia, nel decennio 1430/1440 non risulta invece nessun incremento della presenza di tali materiali.

Arrivate le giunche a Venezia, il doge Foscari si sarà trovato dinanzi alla questione di come ospitare il messo cinese e il seguito. Nella giunche, dati per buoni i valori medi dell’epoca, equipaggio di 600 persone, vi sarebbero stati complessivamente 3000 persone. Posto come 10% il personale diplomatico, avremmo 300 ospiti di riguardo: una minima parte sarebbe potuta essere ospitata nel Palazzo Dogale, una cinquantina massimo, i rimanenti, secondo l’usanza locale, nelle locande di stato tra San Giovanni e Paolo e il sestiere di Cannaregio.

Possibile che non vi sia traccia documentale di questi ospiti ? Non mangiavano ? Erano invisibili ? Tra l’altro perchè la Serenissima, violando la tradizione, non ha voluto stupirli con feste e giochi dedicati ?

Ammettiamo che tutti i veneziani abbiano ritenuto non degno di nota l’arrivo improvviso di 3000 cinesi. Il personale diplomatico, per andare a Firenze, sarà dovuto passare per Ferrara, Bologna, Prato. Nessuno si è accorto della carovana ?

Giunti a Firenze, al di là dei problemi del Comune di ospitare gli ambasciatori, analoghi a quelli di Venezia, possibile che Leonardo Bruni, cancellieri della Repubblica non ne parli nelle Rerum suo tempore gestarum commentaria (1440-41) e negli Historiarum florentini populi libri XII (iniziati nel 1415), dalle origini al 1404 ?

Possibile che nella corte papale, capace di evidenziare in documenti e fatture l’arrivo di un ambasciatore etiope nel 1433, abbia taciuto l’arrivo di 300 cinesi, per rendere omaggio al Pontefice ?

Poi, trascurando il fatto che molti spunti sviluppati nei disegni leonardeschi si trovano già nei trattati di Mariano di Jacopo, detto il Taccola, cominciati nel 1419 e terminati nel 1433, prima del presunto contatto con i cinesi, nello stesso periodo in Italia vi sono state diverse ambasciate bizantine che pur essendo meno esotiche e numerose della presunta cinese, per una trentina d’anni, da Pisanello a Piero della Francesca hanno influenzato la pittura italiana, nei temi e nell’iconografia dei personaggi.

Sfido a trovare in tutto il Quattrocento italiano un quadro o una scultura in cui appaia un dignitario Ming…

Annunci

One thought on “I Ming a Venezia ?

  1. Ti dirò di più sula timeline Alessio…proprio nel 1434. Papa Eugenio IV scappa a Firenze per i disordini scoppiati con i suoi oppositori…attraverso il Tevere giunge sul mare e si dirige a Pisa poi da lì a Firenze dove non so con quale animo, visti i suoi problemi, possa aver ricevuto l’ambasciatore cinese…e ancora un’altra notizia: Zheng He muore nel 1434 e nello stesso anno l’impero cinese stabilisce che la flotta e troppo dispendiosa economicamente e inutile per scambi commerciali di merci, da lì la decisione di dismettere la stessa e di non affrontare più viaggi verso nuovi continenti…la corte cinese si richiude su se stessa per sempre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...