La beffa del Boldini perduto

Ieri, su vari giornali on line, è apparsa la notizia, rilanciata da vari utenti di twitter e facebook e da riviste autorevoli, del ritrovamento in un appartamento abbandonato di Parigi di un ritratto di Boldini.

Amando quel pittore, da buon scrittore steampunk, sono corso a vedere di cosa si trattava.

Apro i link e rimango perplesso…

“Ma io questo quadro lo conosco”

Faccio un poco di mente locale, cerco nel mio archivio e scopro infatti che quel quadro, il “Ritratto di Madame de Florian” è stato battuto il 28 dicembre 2010 alll’Hôtel Drouot di Parigi per 2,1 milioni di €, mettendo il record per l’artista. Possibile ?

Poi, scarabellando su Internet, scopro come la scoperta dell’appartamento risalga al 2010 e che la catalogazione di tutto il contenuto sia terminata ad aprile 2013.

Cosa che appare nella galleria fotografica, tratta da Repubblica, posta a commento della notizia: si parla di un appartamento scoperto tre anni prima e il link,osservando l’URL, appare di maggio 2013, quando fu diffusa la documentazione fotografica a supporto della catalogazione.

Come è possibile che una cosa trita e ritrita sia stata spacciata come ultima novità ? E’ una beffa o una dimostrazione di superficialità ?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...