Sempre sull’ibridazione

Per riprendere il discorso sulle polemiche relative alla fantascienza italiana, do visibilità a un intervento del buon Pier Luigi Manieri, scrittore e saggista, tra l’altro autore di una monografia su Carpenter che è stata testo fondamentale del corso di cinematografia dell’Università di Torino
Ciao Alessio, a parte che “ibridazione” mi dà i brividi più dei generi
catastrofici /contagi/esperimenti genetici – nelle nostre “speculazioni”- modo più elegante per definire il nostro amabile cazzeggio – ci ritroviamo a concordare sul fatto che si codifica, classifica, tenta di formalizzare eccessivamente. E spesso senza alcun bisogno o richiesta. Faccio un esempio, ho difficoltà a pensare che quando Michael Garrison creò Wild Wild West, avesse in mente lo steampunk, mi pare più verosimile che abbia voluto mettere in scena qualcosa di veramente nuovo, western + spionaggio + fantascienza. Ma anche così, siamo nella direzione giusta o stiamo nuovamente catalogando?

Quali sono i confini dell’uno e dell’altro? E volendolo considerare “steampunk ante litteram” essendo in anticipo di 20 anni rispetto agli anni 80 dove il “genere” – e ci risiamo – raggiunse forma definitiva, ciò non determina un altro spazio di confronto circa l’anacronismo del medesimo ambito letterario? Guardando a noi stessi, Il Decamerone è certamente opera fondamentale del patrimonio letterario mondiale, ma in termini generali è la vicenda di un manipolo di sopravvissuti ad un’epidemia su scala planetaria. Che facciamo, lo ricollochiamo tra la narrativa di genere fantastico e nella fattispecie, di sottogenere post-apocalittico? Insomma, non valgono forse di più le intenzioni dell’autore che non le esigenze di ragionare per associazioni d’idee? Lo strano caso del dott. Jekyll e Mr. Hyde come va inteso? E Il Ritratto di Dorian Gray? Alan Moore ha offerto la sua personale visione o può esser accolta e assimilata come oggettiva? E il Faust di Goethe?

Annunci

One thought on “Sempre sull’ibridazione

  1. Pingback: Riflessioni vaghe | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...