Nel bar di Li

Ogni alba scopre i deboli sipari

delle vite che recitano inganni

pensando vuote ai propri grigi affari

o naufragando nel caffè gli affanni

 

Barista dipinge solitudini

socchiudendo i neri occhi da orientale

oscuri e morti gorghi di acquitrini

dove il corallo prospera abissale.

 

Più di Hopper può la sua immaginazione

narrare vite infinite e lente storie

accennando parvenze d’abiezione

che finta redenzione sfuma e accoglie

 

Qualcuno paga il suo conto salato

rimpiange il sogno stanco di fuggire

dalle rovine di un lavoro odiato

la cupa percezione di morire

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...