29 Gennaio

Conosco il dolore
e il paradosso
che chiamiamo
coscienza e Universo

Il nulla mi pervade
ma come naufrago m’aggrappo
alla speranza e all’inganno

Qualcosa ci sarà oltre la soglia
non la mia scintilla
ma quella di chi ho amato
per sfuggire al buio e al vuoto

Sarà il Nirvana
o la Terra dell’Estate
come una cerva anela
ai corsi d’acqua
io inseguo i passi
di chi mi ha preceduto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...