Ad duas lauros

ad_aduos

 

Sembra, ma avendo sentito questa notizia almento una quarantina di volte negli ultimi vent’anni, che dal 13 aprile le catacombe di San Marcellino e Pietro sulla Casilina siano aperte tutti i sabati e le domeniche.

Questo grazie ai restauri finanzaiti dall’Azerbaigian, con un accordo firmato il 16 giugno 2012 tra il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente della Pontificia Commissione di archeologia sacra e la fondazione Fondazione Aliyev dello stato asiatico.

Se fossero finalmente aperte, le catacombe Ad duas lauros meritano di essere visitate, sia per il mausoleo di Elena,madre di Costantino, sia per le numerose e splendide pitture: figure oranti, pastori con pecorelle, scene della salvezza dopo la morte con la rappresentazione di Giona che esce dalla balena. E ancora scene di vita quotidiana come l’immagine dei fossori cioè coloro che gestivano la catacomba.

Tra l’altro in quella catacomba, è stato trovato l’epitaffio di un clericus, risalente al 474 ed il graffito coevo Olympi lectoris de D(ominico) Eusebi locus est confermano l’antica esistenza del titulus Eusebi associato all’omonica chiesa dell’Esquilino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...