Lo steampunk è vivo e vegeto

Mesi fa, fui coinvolto in un’accanita discussione sulla natura dello steampunk italiano. Una scrittrice se ne uscì con la previsione

“La bolla si sta sgonfiando: un paio di mesi, passata la mania di mettersi panciotto e cilindro e nessuno se ne ricorderà”

Previsione che sembra essere sbagliata: Vaporosamente ha avuto un eccezionale successo di pubblico, ogni giorno vengono pubblicati nuovi romanzi e nascono persino case editrici dedicate…

Lo steampunk non è certo un fenomeno di massa, ma sta uscendo dalla sua nicchia; per radicarlo, è necessario non dimenticare le radici del suo successo: pluralità di voci, capacità di fondersi con altri generi, ricerca delle proprie radici nella tradizione italiana.

Non fossilizzarsi, evitando di essere monotematici e allenando la propria scrittura dedicandosi anche ad altri generi del fantastico… Cosa che, grazie al cielo, fa la maggior parte degli scrittori che conosco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...