Eco raccontato a Li er Barista

Caspar_David_Friedrich_002

Non avrei voluto scrivere nulla su Umberto Eco, visti tutti i coccodrilli di queste ore, ma date le minacce di Li er Barista, che in caso di mio silenzio, avrebbe applicato l’embargo su caffè e cornetto, sono costretto di malavoglia a buttare giù due righe.

Eco ha vissuto, nella seconda metà del Novecento, tutte le contraddizioni dell’intellettuale italiano, che per campare deve essere organico al Potere o a porzioni di questo, ma al contempo, per acquisire una certa presentabilità pubblica, deve atteggiarsi a contestatore e rivoluzionario.

Eco, da questo punto di vista, era un arcitaliano, rivoluzionario da salotto borghese, ma questa bipolarità, tra ciò che si è e ciò che si vorrebbe essere, in lui si è tradotto in un’esplosione di idee e di riflessioni.

Rare boiate, le tesi sull’Ur-Fascismo sono di sconcertante pochezza intellettuale e storiografica, qualche banalità e rimurginazione di pensieri altrui sui media e sulla cultura pop, però sempre utili per scuotere il nostro provincialismo e tante idee geniali.

La cosa che mi ha più sorpreso è che dinanzi alla realizzazione pratica di quanto aveva profetizzato negli anni Settanta, la società liquida e postmoderna è concretizzata in Facebook, invece di esserne fiero, come un apprendista stregone si è allontanato spaventato: mi fa temere che il sottoscritto, tra una cinquantina d’anni, dinanzi alla realizzazione pratica dell’ambizione transumanista possa esserne scandalizzato.

Come scrittore, è stato un grande scrittore di genere, per me un complimento, non un offesa, capace di alternare ottime cose ad altre non dico mediocri, ma di media levatura.

Però, ha avuto, almeno in Italia, un ruolo storico fondamentale: ha preso tutte le sperimentazioni e gli arzigogoli del post-moderno e li ha travasati nel romanzo popolare, rendendoli digeribili per il grande pubblico.

Di fatto, molti degli scrittori di genere italiani non fanno che portare avsnti, in forme più edulcatorate e superficiali, alcune delle sue elubrazioni narrative

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...