Cuccia

cuccia

Oggi è Santa Lucia: se nelle città lombarde, è tradizione che la santa siracusana distribuisca i regali ai bambini, passando per tutte le case con un carretto trainato da un asinello, in cambio di una tazza di latte e di un pugno di paglia, in Sicilia è un giorno di penitenza, in cui il pane è sostituito da una serie di surrogati, come le arancine, il gatò di patate, la panelle e la ciccia, un dolce gatto di grano e ricotta, arricchito di canditi e scaglie di cioccolato fondente.

Penitenza che secondo la leggenda ricorda come, durante una grande carestia proprio nel giorno di Santa Lucia arrivò alla Cala una nave carica di grano e che i palermitani fossero così affamti che invece di macinarlo, lo magiarono bollito intero e condito con un poco d’olio.

Leggenda, dico, per due motivi: il primo è l’indeterminatezza temporale: se secondo gli annalisti palermitani la tradizione andrebbe datata al il 13 dicembre del 1646, per quelli siracusani, che raccontano una storia analoga, ambientandola nella loro città e arricchendo la storia con il miracolo della guarigione degli occhi del capitano della nave che trasportava il grano, l’evento risalirebbe al 13 dicembre 1763.

Il secondo è che in tutta la koinè bizantina è presente un piatto analogo: la stessa cuccia è cucinata nella versione dolce nella riviera dei Cedri, in Calabria, e in quella salata, con la carne di maiale e capra al posto del cioccolato e dei canditi nella fascia presilana della provincia di Cosenza, in Grecia è presente la kóllyva, in cui il grano è mescolato con chicchi di melograno e uva passa e la kutjà russa, analoga alla precedente.

Il che ricordano le offerte, di grano bollito condito, che venivano offerte a Cerere: il 13 dicembre, infatti, i romani la celebravano nella figura della Terra Mater, colei che rende fecondi animali e piante, custode della nascita e della morte. Inoltre, il 15 dicembre era festeggiate le Consualia, la festa dedicata a Conso, dio del grano e dell’approvvigionamento, in cui avvenne il ratto delle Sabine.

Forse, le tradizione di Santa Lucia non sono che le trascrizioni cristiane degli antichi riti agrari pagani

Annunci

One thought on “Cuccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...