La Sora Buggia

bugiarda

Uno degli argomenti prediletti della Sora Buggia, così chiameremo la demagoga che sfrutta per accattare voti la paura e l’ignoranza di alcuni abitanti del centro di Roma, contro i LED è

Ammazzano li Cristiani

Cosa possibile, nel caso, particolarmente iellato, una probabilità su 500.000, che un loro lampione, cada sulla testa di un malcapitato passante. Per il resto, siamo quasi all’abuso della credulità popolare.

Sul rischio che i LED facciano venire i tumori, provo a fare un discorso, un poco noioso, forse non rigoroso dal punto di vista tecnico, ma tenterò i rendere compresibile a tutti.

Primo punto da tenere presente: nelle righe successive, si parla di rischi, ossia della probabilità che un evento dannoso accada, che va da 0, non succede, a 1, succede sempre, con tutte le sfumature intermedie.

Inoltre, data la distribuzione gaussiana della popolazione, quanto dirò varrà per il 99,9999% della popolazione: su un milione di individui, per 999900 persone il rischio sarà pressappoco quello indicato, per 50 sarà minore, per 50 maggiore.

Il valore di rischio per una sorgente elettromagnetica e il LED, emettendo luce, lo è, è determinato da due parametri: la lunghezza d’onda, la distanza che separa il valore massimo e minimo tra cui questa oscilla, che da un’idea empirica su quali entità può interagire l’onda, e la potenza.

Per fare un discorso terra terra, se l’onda ha tanta potenza, ma ha una lunghezza d’onda tale da non interagire con il corpo, il rischio è minimo. Lo stesso se può interagire con il corpo, ma la potenza è trascurabile. Il problema, come spesso accade, è tutto quello che è in mezzo tra i due casi limite.

Ora, per una particolare categoria di LED a luce blu ad alta potenza, vi è un rischio, pari a una probabilità su un 1.600.000, lo stesso ordine di grandezza dell’essere preso in pieno da un meteorite. Ovviamente, per il discorso fatto prima, per 50 sfigati su un milione tale valore salirà a 1 su 800.000, poco più della probabilità di fare sei al SuperEnalotto e per altri 50 fortunati, tale probabilità scenderà a 1 su 3.200.000.

Tra l’altro, tali LED, non sono usati per l’illuminazione, ma per trasmettere segnali su particolari reti in fibra ottica: per cui, che per colpa loro si sia un picco di tumori al rione Monti, possiamo trascurarlo.

Il vero e concreto rischio dei LED, comune a tutte le sorgenti luminose, è quello di provocare danni all’occhio: rischio che si divide in 4 categorie da 0, nessun rischio, a 3 qualche pericolo in caso di breve esposizione, e che si valuta a valle di una complessa serie di misure, che per evitare un linciaggio virtuale, evito di raccontare.

Il risultato di queste misure e che a 500 lux, solo i LED con CCT superiore a 10000 K superano i limiti del gruppo di rischio: “esente” e che nessun LED supera il gruppo di rischio: “1 (RG1)”.

In particolare, il led bianco caldo tanto contestato in una petizione che sta girando on line questi giorni, appartiene al gruppo di rischio 0, mentre il giallino e rosso con cui alcuni radical chic ne vorrebbero la sostituzione, è del gruppo 1.

Ora, se volessi applicare il metodo della Sora Buggia, direi

Li ricconi der Centro Storico vojono cecà li poracci.

In realtà, non è così. Il Sole, per fare un esempio, appartiene al gruppo di rischio 2, per cui, per l’uso che se ne vuole fare, i led gialli sono innocui.

Il problema è che illuminano di meno: per ottenere lo stesso risultato, è necessario consumare più energia e quindi spendere più soldi.

Personalmente, ritengo vergognoso ed egoista, che una minoranza provochi, per le sue paturnie, non so come altro definirle, un danno alla collettività…

Annunci

3 thoughts on “La Sora Buggia

  1. Pingback: Arte di Strada | ilcantooscuro

  2. Pingback: Led e falsi storici | ilcantooscuro

  3. Pingback: La paura invisibile | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...