La diffusione della Realtà Aumentata

 

Come diceva bene mio nonno, per fare capire bene qualcosa, è meglio sbatterci il grugno, piuttosto che perdersi in mille chiacchiere.

Per cui, consiglio di dare un’occhiata al video delle Edizioni Il Galeone, che rende al meglio, più di qualsiasi mio post, cosa si intende per l’applicazione della Realtà Aumentata all’Editoria.

Una piccola nota a margine, però me la posso concedere… Nella narrativa di fantascienza, questa applicazione veniva realizzata con tecnologie più o meno esotiche, riconducibili alle interfacce neurali, che forse il buon Elon Musk riuscirà a industrializzare.

I tentativi di implementarla hanno portato allo sviluppo di apparati dedicati, esempio i Google Glass o il loro quasi defunto erede Project Aura, che per quanto mandassero in visibilio i nerd, non erano economicamente appetibili per il grande pubblico, né davano vantaggi tali, da poter essere competitivi nelle applicazioni industriali

Alla fine, come sempre accade, è prevalsa la soluzione più semplice, economica e a massima pervasività, che rende marginale il costo del servizio e permette di aggredire il mercato di massa, sfruttando un device già di uso comune, il nostro amato smartphone…

E questa disponibilità di massa, ha permesso alla creatività umana di sfruttarne a pieno le potenzialità, in ambiti inaspettati..

Annunci

2 thoughts on “La diffusione della Realtà Aumentata

  1. Pingback: I meccanismi della Singolarità | ilcantooscuro

  2. Pingback: Follow your dreams | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...