Assisi

assisi

E’ sempre un’emozione andare ad Assisi, per la bellezza e la spiritualità che traspira da ogni angolo e pietra, che permettono di perdonare le tante commercializzazioni che si accompagnano al Sacro da quando l’Uomo ha cominciato a interrogarsi sul senso ultimo della sua esistenza.

Anche perché, tutto le volte che in passato capitavo nella cittadina umbra, mi pareva di far concorrenza ai turisti giapponesi: mi fiondavo nelle basiliche di San Francesco, da vedere in trenta minuti netti, pranzo al volo e corsa in salita sino al parcheggio di Piazza Matteotti, con breve sosta per compare ricordini per parenti e affini…

Questa volta, invece, ho fatto tutto con calma, godendomi cose che ignoravo: da Santa Maria degli Angeli, che non avevo mai visto, ai tanti angoli romani e medievali del borgo.

Ad arricchire il tutto gli incontri: il primo, in treno, all’andata. Ho tanti amici che votano Cinque Stelle, per motivi più o meno validi, e sono per la maggior parte persone di buon senso, che si fanno grasse risate sulle teorie complottistiche che ogni tanto saltano fuori tra i grillini.

Ebbene, io nello scompartimento, ho incrociato la quintessenza del grillino, tanto da sembrare una parodia di Crozza: in due ore, sono stato edotto sul fatto che il PD abbia liberato di nascosto i cinghiali a Roma, per screditare la giunta Raggi, sulle scie chimiche, strumento di geoingegneria delle Sette Sorelle, per compensare l’effetto serra e continuare a convincere le persone a usare gli idrocarburi, sulle nanomacchine contenute nei vaccini, che renderebbero prima elettori del Centro Destra, poi zombi assassini, sui pappagalli che abbattono gli alberi con i loro nidi (a quanto pare non è solo un pittore dell’Esquilino a sostenere tale tesi) e che sono quindi colpevoli della deforestazione dell’Amazzonia, sui feroci delfini mutanti e cannibali che popolerebbero i Navigli milanesi (quindi il sottoscritto ha rischiato la vita per anni, senza saperlo…) o sui ratti e colombi spie degli alieni grigi…

Insomma, grazie a tale grillino potrò campare di rendita, come scrittore di fantascienza, per parecchi anni…

Il secondo, è stato la suora con il megafono che coordinava l’addio al nubilato di una sua catechista, canti goliardici compresi, con al seguito una ventina di ragazze brille, ognuna con il suo zainetto rosa, con sopra scritto amiche della sposa…

Il terzo, è stato il frate francescano, appassionato di fantascienza, con cui si parlava di Premi Urania, lui sostiene che avrebbe dovuto vincere la Valentini, del Premio Italia e delle ultime uscite editoriali… E che mi chiedeva di scrivere, per una delle prossime avventure di Vaporosamente, un racconto di Beppe e Andrea ambientato in Umbria e di chiedere ad Davide del Popolo Riolo di scrivere una storia di fantascienza medievale… Una sorta di De Bello Alieno ambientato nel 1200…

L’ultimo, in stazione, prima di prendere il treno per tornare a Roma invece è stato un vecchio professore americano, vestito come Wyatt Earp, baffoni compresi, e il tatuaggio in onore di “Snake” Plissken, con cui si è discusso sull’identità del Maestro di Isacco, dei suoi rapporti con Giotto e la Scuola Roma e sull’ipotesi di un terzo autore del ciclo di San Francesco, il cosiddetto maestro delle Clarisse, legato a Giotto, ma distinto da questo…

Due giorni, insomma, in cui sono tornerò più ricco di idee e stimoli, pronto a ributtarmi nella solita vita…

Annunci

2 thoughts on “Assisi

  1. Tutto condivisibile caro Alessio, andai tempo addietro ad Assisi con la mia prima moglie ed una coppia di carissimi amici (lei è per me una sorella). Oggi mi pare più difficile ritornarci visto che Fabiana è un’indomita atea e non è per nulla attratta da questi luoghi. Ma mai dire mai tu m’insegni…

  2. Pingback: Il Cantiere d’Assisi Parte I | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...