Resistenza umana

 

E’ proprio del barbaro distruggere ciò che non può comprendere.

Arthur Charles Clarke

Cos’è la barbarie ? E’ una cosa difficile da spiegare… E’ il chiudere gli occhi dinanzi al bello, è l’anteporre l’egoismo dei pochi alle esigenze dei molti. è il nascondersi dietro alibi e chiacchiere, per sfuggire alle proprie responsabilità.

E’ rendersi schiavi dei dogmi e dei pregiudizi e di tutto ciò che ci rende meno umani.

Forse, la definizione più giusta della barbarie è il volere costruire con i propri atti e le proprie decisioni l’Inferno dei viventi.

 

E come reagire alla barbarie ?

Per citare Calvino

L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

E dargli spazio è diffondere, con piccoli gesti, libertà e bellezza, contro l’arroganza del Potere

 

Annunci

One thought on “Resistenza umana

  1. Pingback: Al fianco di Moby Dick | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...