Loro distruggono, noi costruiamo

noi

Ieri sera, mi è arrivata questa mail, che mi ha strappato un sorriso amaro

Estonian Night” 21.7 – Street Art estone a Roma

Per celebrare il suo 100 ° anniversario e la Presidenza del Consiglio dell´Unione Europea, l´Estonia fa un regalo ad alcune capitali europee.

Edward von Lõngus realizzerà una sua opera in piazza Bologna a Roma, probabilmente per il 21 luglio (si tratta di un artista misterioso che non crea pubblicamente ma di notte).

Le opere di Edward von Lõngus che combinano arte di strada e tecnologia digitale daranno una nuova vita a una serie di personaggi colorati da 100 anni di storia, costruendo un ponte tra il passato ed il presente.A prima vista potranno sembrare degli osservatori stranieri, che sulle strade inviteranno i passanti a conoscerli meglio utilizzando smartphone e tablet. La realtà aumentata (o realtà mediata dall’elaboratore) porterà i personaggi alla vita.

È un nuovo concetto di arte nello spazio pubblico (public space art), che attraverso tecnologie creative e non poco umorismo racconta una storia. Dotati di props dal proprio tempo, i nostri viaggiatori nel tempo sono felici di fare amicizia con i passanti, e forse anche di insegnare alle persone intorno a loro qualcosa di nuovo e bizzarro.

E’ affascinante notare come sia qualcosa di analogo a quello che Le Danze di Piazza Vittorio stiano realizzando all’Esquilino: solo che, ciò che per il governo di Tallin è motivo di vanto, per le paturnie di artisti malmostosi, anche se, visto il loro rapporto conflittuale con la Storia dell’Arte, non si capisce come possano definirsi arbitri assoluti del Bello, e gli intrighi di bassa lega dei 5 Stelle del I Municipio, nel nostro rione viene visto come una vergogna.

Per reagire a ciò, è necessario andare oltre la protesta ed essere propositivi: per prima cosa, se loro vogliono distruggere e cancellare l’Arte, noi vogliamo costruire. Per cui, in Autunno, grazie alla disponibilità delle gallerie e degli artisti che hanno scoperto e apprezzato il progetto Street Attack grazie alla gazzarra grillina, rilanceremo le iniziative di Street Art, riempendo l’Esquilino di colori. Poi lanceremo un’iniziativa politica, per chiedere la tutela di tutta la Street Art del Rione e la sua valorizzazione, tramite le creazione di un museo partecipato e diffuso, come avviene in tanti altri luoghi di Roma e in tante altre città italiane ed europee.

Annunci

One thought on “Loro distruggono, noi costruiamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...