Radici antiche

 

In Ingegneria, la resilienza è la capacità di un materiale di assorbire energia di deformazione elastica: così, passo dopo passo, questo termine tecnico si è diffuso in altri ambiti.

E così nella psicologia e nella sociologia, è diventato sinonimo della capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici e imprevisti, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di rimanere umani, nonostante tutto e tutti.

L’Esquilino, così, è forse il luogo simbolo della resilienza, perché, nonostante il suo essere zona di frontiera dinanzi a cambiamenti epocali, il disinteresse della politica e la stupidità rumorosa di alcuni suoi abitanti, riesce a mutare pelle, mantenendo la sua identità peculiare.

 

Questo perché ha la capacità di mantenere intatta la sua memoria, i piccoli simboli e miti che danno significato al proprio quotidiano e permettono di dialogare con il diverso, non visto come un pericolo, ma come un’opportunità per arricchire il proprio spirito.

Perché come dice bene il motto di un evento straordinario, che il festival Paleariza nella Grecanica Calabrese

Il futuro migliore è costruito su antiche radici

E queste radici profonde, rendono il Rione qualcosa di diverso da un vuoto palcoscenico teatrale per turismo, come sognerebbero alcuni politici o chi vorrebbe gentrificare tutto: ma una realtà caotica, piena di difetti, ma viva, costruita sui sogni e le speranze di tutti coloro, dal romano di sette generazioni al profugo appena arrivato a Piazza Vittorio, che la vivono.

Annunci

One thought on “Radici antiche

  1. Pingback: Non ci meritiamo nulla… | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...