Canto d’Amore

Come sempre, avrei potuto buttare giù due righe su Le Danze di Piazza Vittorio o impelagarmi in qualche polemica: invece, ieri sera, dopo essere tornati a casa, per il mio essere maldestro, mia moglie ha avuto un incidente domestico.

Risultato, Manu ha avuto una lussazione alla rotula; molti criticano la nostra sanità pubblica, ma devo ringraziare, per la loro disponibilità, il loro impegno e la loro professionalità

 

Molti mi criticano, perché non sono un marito perfetto, perch<è ho un pessimo carattere, rispostiero e non sono in grado di prendermi al meglio cura di lei. Forse hanno ragione: però, contando sulle mie forze, ogni giorno mi impegno per dare il dare il meglio di me, per costruire insieme la nostra storia e il nostro cammino.

Non so quanti altri possano dire altrettanto… Amore mio, rimettiti presto, non vedo l’ora di rivederti cantare così

 

Perché come scriveva Solinas

Il modo tuo d’amare
è lasciare che io t’ami.
Il sì con cui ti abbandoni
è il silenzio. I tuoi baci
sono offrirmi le labbra
perché io le baci.
Mai parole e abbracci
mi diranno che esistevi
e mi hai amato: mai.
Me lo dicono fogli bianchi,
mappe, telefoni, presagi;
tu, no.
E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te
senza guardare e senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con domande, con carezze
quella solitudine immensa
d’amarti solo io.

Annunci

2 thoughts on “Canto d’Amore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...