Haring in Rome

 

Come spesso evidenziato in questo blog, sono sempre preoccupato dall’ideologia del decorismo, specie quando a nutrirla è un’abissale ignoranza. Un caso emblematico, che dovrebbe rimanere nel cervello degli amministratori capitolini, ma che spesso cade nel dimenticatoio, riguarda le vicende dei graffiti dei Keith Hating.

L’artista newyorchese ha realizzato diverse opere in Italia: il murale monumentale Tuttomondo a Pisa, la decorazione del negozio di Elio Fiorucci a Milano, un intervento su un cartellone pubblicitario a San Babila, forse il murale alla Casa dello Studente a via del Laghetto…

E ben due interventi a Roma: un murale al Palazzo delle Esposizioni e uno sul ponte Pietro Nenni della Metro A. Inoltre, leggenda metropolitana vuole, ma non ha alcun fondamento, che abbia dipinto un muro a via Giolitti….

Il primo murale, realizzato a Via Milano, era dipinto in rosso vivo, per ricordare come ogni civiltà sia basata sul dolore e sul sangue. Il secondo, in acrilico bianco, una metafora del travertino con cui è costruita Roma, che si logora, ma persiste nel tempo, come questa folle e caotica città.

Ebbene, che fine hanno fatto queste opere ? Sono finite al Macro o vendute a qualche ricco collezionista ? Nulla di tutto ciò. L’opera a Palazzo delle Esposizioni fu cancellata in occasione della visita del presidente russo Gorbaciov a Roma nel 1992, come se poi gliene fosse importato qualcosa, mentre quella sulla metro A fu fatta cancellare addirittura nel 2000, quando Haring era già strafamoso, perché occultava la vista del Tevere.

Per cui, alcuni retakers o la Campanini, non nascono dal nulla… Sono figli di una mentalità piccolo borghese, con un’idea ristretta del Bello e della legalità, che alberga nella burocrazia e nell’amministrazione capitolina e che genera dei nuovi barbari, impegnati a distruggere, per un ipocrita senso del decoro, la memoria comune

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...