Art Warriors

Street Art Esquilino

Sotto certi aspetti, questo fine settimana è stato assai intenso: sono passato da una riunione all’altra, per definire i progetti e proposte di Street Art per il prossimo anno. Le Danze di Piazza Vittorio, a differenza di altre associazioni dell’Esquilino, ne hanno una visione inclusiva e di ampio respiro.

Inclusiva, perché non vogliamo rinchiuderci nel nostro orticello, ma dialogare con esperienze, linguaggi e culture differenti, proponendo progetti che coinvolgano il numero più ampio possibile di associazioni e soggetti del Rione.

Di ampio respiro, perché non le nostre iniziative non sono finalizzate a fare da vetrina a qualche artista, ma a realizzare nel concreto una visione di recupero e valorizzazione del territorio e del suo tessuto sociale. Il sogno è trasformare il nostro rione nell’equivalente romano dell’Art District di Los Angeles o per rimanere più vicini a noi, al Quartiere Porta Genova a Milano: luoghi dover l’arte non diviene uno strumento per gentrificare il territorio, ma un ponte tra mondi diversi, un crogiolo per costruire una nuova identità.

Per fare questo, non rubiamo il merito di progetti altrui, come fatto da altri nei nostri confronti per le Fontane nel Mercato Esquilino, o fare guerre, anche coinvolgendo politicanti di bassa lega, per invidia ed egoismo, agli altri che si impegnano per rendere il Rione migliore. Questo lo lasciamo a uomini di poco cervello e scarso cuore.

Ci limitiamo ad avere idee e a trasformarle in azioni: anche se alle inaugurazioni non hanno fatto una comparsata ministri o intellettualoni, beh, le nostre iniziative non giacciono dimenticate, inutili e affogate nel degrado, ma sono entrate nell’immaginario collettivo, apparendo nei media più disparati e diventando dei simboli.

Quest’anno continueremo a percorrere questa strada: da una parte, lottando affinché la nostra proposta, trasformare via Giolitti nell’asse dedicato all’Arte, convincendo il Comune di riqualificare l’ex Teatro Apollo, trasformandolo nella Casa delle Arti di Strada, con studi di pittori, spazi per concerti, teatro d’improvvisazione e mostre, e nei bandi di rinnovo dei bandi di assegnazione degli spazi commerciali di sua proprietà, di privilegiare le attività di pregio, come librerie e gallerie d’arte. In parallelo, invitando la Regione a recuperare ad attività culturali il CRFP Centro Regionale Formazione
Professionale Della Regione Lazio “Maggiore” di via Giolitti 212. Progetto che vorremmo presentare in un convegno, da tenersi ad Aprile o Maggio, magari associato a una mostra delle opere di Mauro Sgarbi, di Beetroot, di Moby Dick e di tutti gl amici artisti che ci aiutano in questa impresa

In parallelo, continueremo con le iniziative sul territorio: ci piacerebbe realizzare un murale a via Cairoli, magari onorando San Martino, vista che i suoi festeggiamenti stanno diventando tradizionali e a via Balilla, per celebrare la sua festa, il trionfo della pluralità di voci che animano l’Esquilino, e continuare il murale all’ex Caserma Sani, perché alla faccia della cattiva politica e della pessima pseudo arte, si possa raccontare con le immagini l’Utopia che é alla base della convivenza del nostro Rione.

E sempre parlando del Mercato, per portare avanti il discorso cominciato l’anno scorso, per evidenziare il suo laboratorio creativo, per costruire immagini del futuro, vorremmo, in collaborazione con l’a.DNA Collective, recuperare le bacheche pubblicitarie abbandonate, per renderle spazi dedicati alla street art…

Insomma, progetti non mancano e faremo di tutto per realizzarli… Noi non ci arrendiamo.

Annunci

2 thoughts on “Art Warriors

  1. Pingback: Ridare vita a Via Giolitti | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...