Ridare vita a Via Giolitti

Esquilino_-_edifici_di_Termini_a_via_Giolitti_1000971

Come sapete, difficilmente su questo blog faccio propaganda politica, tranne quando si tratta di spernacchiare il cialtronismo dei grillini che (mal)governano Roma. Però, in questo caso, farò un’eccezione, condividendo il comunicato dei consiglieri del I Municipio Di Serio e Curcio, relativo alla questione Via Giolitti.

Come detto altre volte, assieme a tanti amici artisti, stiamo elaborando un piano per rendere Via Giolitti un’asse della cultura: iniziativa che non impatterebbe solo sull’Esquilino, ma anche su San Lorenzo e su parte del V Municipio, creando un circolo virtuoso per rendere più vivibile l’intero quadrante cittadino.

Piano che non implica solo il recupero a fini culturali e artistici di edifici pubblici abbandonati, ma soprattutto la ricostruzione di un tessuto sociale che anni di abbandono da parte delle istituzioni hanno desertificato. Per cui la battaglia di Curcio e di Di Serio, sul recupero dei negozi comunali al commercio di qualità e alla cultura, è anche la nostra.

Per cui, lascio la parola a loro

Roma, 18 gennaio 2018. “Piazza dei Cinquecento, via Giolitti, via Marsala, grazie alla presenza della Stazione Termini, dei terminal dei principali collegamenti con gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, della principale stazione cittadina degli autobus urbani e di due linee della metro, sono la principale porta di accesso alla Capitale per milioni di turisti e visitatori. L’immagine che Roma trasmette al mondo è pertanto fortemente condizionata dall’immagine che offrono queste vie e le strade limitrofe. Eppure, a dispetto di ciò, da decenni ormai non vi è un intervento pubblico per una vera riqualificazione della zona”, così dichiarano in una nota congiunta Davide Curcio e Stefania Di Serio, consiglieri PD al Municipio Roma I Centro.

“Lo stato in cui versa la zona di via Giolitti, in particolar modo, è tanto più stridente se si considera la grande presenza di locali di proprietà comunale proprio sul tratto di strada più prossimo alla stazione. E’ paradossale che il Comune ospiti in locali di propria proprietà e con affitti talvolta da prezzi stracciati, quelle stesse attività la cui presenza vuole contrastare in tutto il centro storico: minimarket, fast-food e negozi di souvenir dozzinali che contribuiscono in maniera significativa al disordine della zona.

“Con la mozione approvata oggi dal Consiglio del Municipio Roma I Centro chiediamo l’avvio immediato di un confronto per la realizzazione di un grande progetto di riqualificazione della zona Termini che – partendo dagli immobili di proprietà comunale e valutandone la tipologia e l’ubicazione – ne valuti la migliore modalità per la valorizzazione, riportando su via Giolitti il commercio di qualità, potenziando le attività istituzionali di prima accoglienza e informazione ai turisti, dedicando più spazi alla cultura e alle attività di utilità sociale. Chiediamo inoltre – concludono i consiglieri Curcio e Di Serio – che nell’ambito di tale confronto si porti avanti un ragionamento più ampio sulla riqualificazione di tutta via Giolitti fino a Porta Maggiore, valorizzando l’edificio dell’ex-cinema Apollo, gli altri immobili pubblici presenti nella zona e l’area verde di piazza Pepe.”

L’unico problema, purtroppo, è nella miopia e nel disinteresse del Campidoglio, che si muove solo con lo spauracchio del danno erariale: l’unico modo per superare questa indifferenza è impegnarsi in una continua e giornaliera battaglia culturale

Annunci

One thought on “Ridare vita a Via Giolitti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...