Cronache da Esquisito

E’ facile parlare male dell’Esquilino: chi lo fa, ha tante frecce al suo arco, dal degrado edilizio, alla mancata manutenzione dei luoghi pubblici del Rione, dalla scarsa illuminazione alla latitanza dell’AMA nel raccogliere i rifiuti e pulire le strade.

Problemi antichi, accentuati dal disinteresse di tante amministrazioni, che ormai sono radicati e fossilizzati. Poi, diciamola tutta, per troppi radical chic è difficile comprendere la varia e complessa umanità che lo vive, con tutte le sue luci e ombre, che Gadda scelse per rappresentare la vita nella sua totalità, caotica, zeppa di dialetti, di gerghi, di umori, di emozioni.

Insomma, non ci vuole molto, per sparare il titolone sulla testata nazionale di turno, spacciarlo per il Bronx di Roma, nel caso migliore, sfruttando un’ipocrita e pelosa indignazione, per vendere qualche copia in più, nel peggiore, per difendere interessi politici e speculativi assai poco chiari.

Più difficile, faticoso e complesso raccontare il Rione per quello che é, con le sue grandi contraddizioni, certo, ma che lo rendono, senza tradire le sue radici, il luogo più cosmopolita e multietnico di Roma, un frammento di New York trascinato nel cuore della Città Eterna.

E questo compito, ahimé, assai trascurato dai Media, ricade sulle spalle dei tanti cittadini di buona volontà del Rione: ieri ad esempio, tante associazioni hanno lanciato un ambizioso e complesso progetto, per rendere il Mercato, uno spazio di mobilità, di vita e dialogo, un museo a cielo aperto d’arte contemporanea

Oggi, invece, alcune tra le principali eccellenze gastronomiche del Rione, Roscioli, Cecchini, Gatsby, Ciamei, Radici, hanno lanciato Esquisito, un evento in cui Andrea Fassi ha trasformato in gelato i loro prodotti simbolo.

Evento che ha avuto un successo tanto ampio, quanto inaspettato: la miglior risposta a coloro che lo demonizzano il Rione.

Perché l’Esquilino non è degrado, ma vita, coraggio e cultura…

Annunci

One thought on “Cronache da Esquisito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...