Colleferro Steampunk

colleferro

Diciamola tutta… Sono giornate alquanto faticose al lavoro, in cui do il peggio di me stesso e al cui termine, il sottoscritto è alquanto stanco, pigro e irritabile..

Per questo, con sommo ritardo, ricordo a tutti che sabato, a Colleferro, ci sarà il festival steampunk Fabbrica di Zucchero, dove, nel caffè letterario, ci sarà anche l’occasione per fare due chiacchiere con il sottoscritto e scoprire qualcosa dei suoi romanzi e racconti.

Che c’entra Colleferro con lo steampunk ? Per non essere ripetitivo, lascio la parola gli organizzatori

Lo “Steampunk” è un movimento culturale che richiama un’ambientazione storica, prevalentemente ispirata all’età vittoriana fino ai primi anni del ventesimo secolo introducendo elementi della narrativa fantascientifica (J. Verne, H.G. Wells, C. Doyle) e invenzioni tecnologiche anacronistiche in quella che può definirsi “ucronia”.

Una tipica frase che definisce lo “Steampunk” è : “come sarebbe stato il passato se il futuro fosse accaduto prima”.

Perché portare lo “Steampunk” a Colleferro? Perché Colleferro è proprio questo, una città, dove il passato si fonde con il futuro e l’uno penetra nell’altro. Già dal 1899 con la “Fabbrica di Zucchero”, Colleferro è riuscita sempre ad anticipare il futuro con strategie aziendali, nuovi materiali, tecnologie e metodi di lavorazione nei diversi settori industriali che si sono succeduti nel tempo anticipando il futuro. A Colleferro il passato è stato diverso che altrove proprio perché il futuro sia accaduto prima.

“Steam” significa vapore, una sostanza che se lasciata libera si espande così come la fabbrica dello zucchero si è espansa toccando gran parte dei settori tipici dell’industria italiana, passando in meno di un secolo dallo zucchero alle stelle.

Anche l’architettura della nostra città richiama la cultura “steampunk”. Il Villaggio di S. Barbara e la zona “morandiana”, furono progettati immaginandoli immersi nel futuro, pur mantenendo l’eleganza degli stili architettonici che li caratterizzano.

Infine i rifugi, che con le loro grotte e i meandri riescono anche richiamare le tipiche ambientazioni gotico-fantasy-fantascientifiche (pur mantenendo intatta la realtà storica per cui vennero realizzati e utilizzati) della letteratura cui si ispira il movimento Steampunk.

Perché lo Steampunk a Colleferro? Perché Colleferro ha tutte le caratteristiche per appartenere a questa filosofia, per parlarci di un passato in cui il futuro è arrivato prima che altrove.

In più, per i miei affezionati lettori, Colleferro è uno dei feudi della famiglia Conti… Per cui, nel mio mondo letterario, è assai probabile che la zona sia stata vittima di qualche strana iniziativa industriale del Principe Padre..

Un pensiero su “Colleferro Steampunk

  1. Pingback: Sabato Steampunk | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...