Figure di Palta

Mettiamola così, la vicenda dell’ Ex Cinema Apollo sta diventando sempre più una telenovela: se non fosse in gioco la salute dei cittadini, l’arrampicarsi grillino sugli specchi per giustificare la loro incapacità e la loro inadempienza, sarebbe uno spettacolo degno della Commedia dell’Arte.

Facendo un pochino di cronistoria, a giugno promisero che i finanziamenti di un 1.000.000 di euro per bonificare l’amianto sarebbero arrivati a luglio e di conseguenza i lavori sarebbero cominciati entro l’anno.

A fine agosto, non se ne sapeva ancora nulla… La Raggi, dinanzi ai mugugni dei residenti, a settembre ha annunciato a spron battuto un

“Te pare che noi nun metteno i soldi”

A fine novembre, di questi soldi non ce ne era traccia… A valle della giusta protesta dei cittadini, è saltato fuori che i fondi non potevano essere stanziati entro l’anno e che quindi i lavori sarebbero slittati nel 2019. A tal proposito, lascio la parola al I Municipio

“Confermati nostri sospetti. Assessore Gatta non conosce funzionamento del proprio Dipartimento”.

“A differenza di quanto dichiarato nei giorni scorsi dall’Assessora Gatta, purtroppo il finanziamento di 1.000.000 di euro assegnato in assestamento di bilancio per la messa in sicurezza del tetto in amianto dell’ex Cinema Apollo, deve essere utilizzato indicendo la gara entro la fine del 2018, come ribadito dal Vice Direttore Generale del Comune Botta con una lettera inviata all’attenzione del SIMU alla Sindaca e alla sottoscritta, in cui si precisa che la mancata indizione delle gare entro il 31/12/2018 comporterebbe “la decadenza del finanziamento, circostanza che deve essere in ogni modo scongiurata”.

Questa la dichiarazione della Presidente del Municipio Roma I Centro Sabrina Alfonsi.

“Già ieri – aggiunge la Presidente Alfonsi i nostri consiglieri municipali Curcio e Di Serio – avevano espresso la loro perplessità su questa possibilità. Dopo questa nota ufficiale che conferma i nostri timori, è evidente come l’Assessora Gatta non conosca il funzionamento del suo Dipartimento e come questo metta a rischio la salute pubblica dei cittadini”.

forli

Dinanzi a tale presa di posizione, i peones Cinque Stelle del Comune hanno risposto con un (nota bene, ho corretto buona parte degli errori presenti… A ci si può spacciare come geni della politica, pur avendo un rapporto conflittuale con la grammatica italiana)

Il Cinema Apollo verrà bonificato dall’eternit grazie all’impegno di questa consiliatura che nel Bilancio previsionale 2019 ha stanziato ben 800.000 euro. La messa in sicurezza con la rimozione delle lastre di amianto presenti nell’edificio e’ stato un obiettivo forte di questa Amministrazione che ha dedicato numerose commissioni a questo tema, lavorando a linee di indirizzo finalizzate alla riqualificazione del bene.

A breve partira’ la prima gara d’appalto per gli interventi di rimozione delle lastre di eternit presenti nell’ex cinema, a cui ne seguira’ una seconda gara finalizzata alla bonifica degli spazi. Siamo fieri di aver dato ascolto ai tanti cittadini che ci avevano sollevato con urgenza la pericolosità del Cinema Apollo.

Confidiamo di portare avanti un progetto integrato prima di recupero del bene e appena sarà possibile di restituzione agli abitanti di Roma di uno spazio culturale da valorizzare e implementare con il tessuto sociale e urbano in cui si trova.

Il che tradotto per noi persone normali, significa

“Regà, v’avemo preso ‘n giro… Se ce va, se ne parla ner 2019, altrimenti schiattate e non rompete”

E per ribadire il loro colossale menefreghismo, hanno postato, per accompagnare le loro parole, la foto del Cinema Apollo di Forli…

Nota 1: Molti amici, che abitano in tutta Italia, da Milano a Lampedusa, mi accusano di essere prevenuto nei confronti della Raggi. Premesso che mi ritento equanime, ho criticato gli errori dei Sindaci di Roma da Signorello in poi, però, dato che non metto bocca su come sono amministrate città che non vivo e conosco, gradirei anche il contrario

Nota 2: Tutte le volte che parlo della questione Apollo, c’è sempre chi alza il ditino ribadendo

“Ma quello della CGIL ?”

Ora anche quel problema è grave, sono d’accordo in pieno: però, tutte le volte che rispondo con un

“Hai ragione, organizziamoci per protestare e portare alla ribalta il problema”

i suddetti contestatori rispondano con un

” E che sono scemo ? Io voglio vivere tranquillo…”.

applicando l’antico e italico motto dell’armiamoci e partite, cosa di cui, diciamola tutta, mi sono parecchio stancato…

Un pensiero su “Figure di Palta

  1. Pingback: Disonestà intellettuale | ilcantooscuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...