“Che il cielo ci cada sulla testa”: Alessandro Magno e l’ambasceria celtica del 335 a.C.

Gallica Parma

Credo di avere ‘recuperato’ parte di questo testo da qualche parte, ma non ricordo da dove; lo integro, modificandolo, con
La religione dei Celti di E. Campanile, in Le religioni antiche
I Taurisci. Un popolo celtico tra l’Adriatico e la Pannonia di M. Gustin, in Taurini sul confine

Si tratta dell’episodio narrato da Tolomeo I Sotere [generale macedone che regnerà poi sull’Egitto, alla morte di Alessandro e che scrisse una storia della spedizione del Macedone] e ripreso da Strabone e Arriano: nel 335 quando il Macedone era in guerra con la popolazione tracia dei Triballi, venne presso di lui una delegazione di celti di Adria al fine di proporsi come mercenari e garantirsi la sua amicizia.
Qualche anno dopo un’altra delegazione di celti si recò a Babilonia per i festeggiamenti in onore di alessandro.

Nel 336 a.C. Filippo II di Macedonia venne ucciso da una delle sue…

View original post 752 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...