Sul Tempo e sul Decoro

zero.png

Dal punto di vista marxista, l’evoluzione tecnologica pone un grosso problema al sistema capitalista: aumentando la produttività per singolo lavoratore, permette alle imprese di ottenere un volume maggiore di merci, lasciandone però invariato il valore.

In teoria, diminuendo il tempo necessario alla produzione della merce, aumenterebbe il plusvalore, ma il mercato, saturandosi con maggiore rapidità e imponendogli di conseguenza una riduzione del prezzo, affinché la merce non rimanga invenduta, compensa tale effetto.

Di conseguenza, il sistema capitalista si è inventato diverse soluzioni per compensare tale effetto: il più banale, è stata la creazione e la ricerca di nuovi mercati, per poi passare alla trasformazione della merce da bene durevole a bene transitorio, basti pensare all’obsolescenza programmata degli elettrodomestici o la feticizzazione tramite marketing, come quella indotta sugli smartphone e il sottoutilizzo della forza lavoro potenziale

Ciò, oltre a creare una fisiologica quota di disoccupazione, ha portato una sempre riduzione dell’orario di lavoro. Dato che però pone sempre il problema della riduzione del plusvalore, il sistema capitalista si è posto il problema di come utilizzare in qualche modo questo tempo libero, rendendolo economicamente produttivo: ciò ha causato la nascita della cosiddetta società dello spettacolo.

Fin qui, si è parlato di un modo di produzione, una struttura, tipica delle prime fasi dell’industrializzazione: ora, che si sta realizzando la singolarità tecnologica, il paradigma sta cambiando. Dal materiale si è passati al virtuale, dalla merce all’informazione, creando un’unico mercato liberato dai vincoli del tempo e dello spazio: sotto certi aspetti, ci stiamo avvicinando a una società del post lavoro, senza gli strumenti sociali e culturali utili per gestire al meglio tale transizione.

E in questo contesto, in cui la società dello spettacolo si è polverizzata, diventa primaria la questione della gestione del Tempo extra lavoro, affinché non diventi vuoto: tempo che può essere utilizzato per la propria crescita personale, all’ozio creativo, per compensare i limiti di un welfare sempre più inadeguato, il volontariato, oppure in qualche modo, come un strumento di oppressione delle marginalità, portando alla cosiddetta ideologia del decoro, un’ estetica idealista in grado di produrre nemici immaginari, nel senso che esso viene pensato e affrontato come pura immagine, senza giungere alle radici socio-economiche che portano alle situazioni cittadine limite. In

Un’ideologia che, in fondo, è l’elogio del conformismo. Scrive al riguardo Alessandro dal Lago:

Si comprende pertanto che il modello implicito e mai dichiarato di “conformità”, (nella teoria struttural-funzionalista, che ha dominato la scena sociologica per gran parte del Ventesimo secolo) ad altro non rimanda che all'”uomo in grigio”, l’abitante dei “suburbs”. Costui infatti è definito precisamente dal non cadere nella tentazione o nella pratica dei comportamenti devianti citati sopra. Non credo che sia necessario grande acume sociologico per scoprire che il cittadino conforme è quello che non partecipa ad alcun tipo di conflitto, non si mescola a culture marginali, alternative o antagoniste, non soffre di problemi personali, mentali o di comportamento, è insomma definito in tutto e per tutto da quello stile di vita che un certo cinema americano ha diffuso con successo fino all’avvento del fatale ’68 (di qua e di là dall’Oceano Atlantico). Un personaggio altrettanto irreale del protagonista di “Truman Show

Conformismo, che ad esempio, guardando con sospetto la potenza anarchica e eversiva dell’Arte, che si illude, mettendosi la coscienza a posto, pulendo un giardinetto o strappando un adesivo, ossia colpendone i sintomi superficiali, di curare i mali di una società.

Un pensiero su “Sul Tempo e sul Decoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...