Strani Mondi

strani

Tre anni fa, sinceramente non ricordo in coda a quale delle tante discussioni sulla fantascienza italiana in cui fui coinvolto, me ne uscì con un

“Sarebbe bello se, una volta l’anno, Urania pubblicasse uno speciale dedicato ai racconti o ai romanzi brevi degli scrittori di fantascienza italiana”.

Non l’avessi mai fatto ! Uno dei tanti soloni dell’ambiente se ne uscì con

“Chi scrive questo, non capisce nulla del nostro mercato”

In realtà fu più volgare, ma non voglio abbassarmi al suo livello… Anche perchè il Tempo è gentiluomo, e i fatti, la pubblicazione di Strani Mondi è la perfetta misura della sua acutezza, facendolo entrare a pieno titolo nella mia Hall of Idiocy, assieme a un geniale manager Accenture che sostenne

“Blu diventerà il numero 1 nella telefonia mobile in Italia, facendo fallire Vodafone e TIM”

o il suo collega di Deloitte che se ne uscì con

“I cinesi non venderanno mai un cellulare o un router in Italia”.

Ovviamente, dovendo incrociare spesso per lavoro questi ultimi due fenomeni da baraccone, devo compiere sforzi titanici per non ridere loro in faccia.

Per cui potete capire la soddisfazione con cui ho comprato e letto questo Urania. Che dire ? Ci sono racconti che mi sono piaciuti di più, altri di meno. Forse avrei preferito che qualche scrittore avesse mostrato un poco più di coraggio, uscendo dalle solite storie e dai soliti personaggi, rimettendosi in discussione, ma mi rendo anche conto di una cosa.

Molti dei lettori di Urania, schiavi dei loro pregiudizi, conoscono poco la fantascienza italiana, per cui era anche giusto dare loro un assaggio della produzione “tradizionale” degi nostri scrittori. Però, non è tempo di criticare, anche perché i gusti sono soggettivi e lasciano il tempo che trovano: come detto tante volte, la nostra fantascienza è un mondo tanto piccolo, quanto litigioso.

Passiamo più tempo a discutere di temi inutili che a scrivere. Strani Mondi, sotto tanti aspetti, è stato anche un invito all’unità, la dimostrazione che lavorando assieme, uniti nella diversità, si possono ottenere buoni risultati

Strani Mondi è un’utile lezione per il futuro, che spero non venga dimenticata, che può essere il primo passo per un lungo cammino…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...