Esoterismo Positivista

Alcuni lettori mi hanno espresso delle perplessità sul fatto che nei seguiti de Il Canto Oscuro, i racconti di Hafgufa (a proposito, ho superato le 160 pagine, ma temo che verrà fuori qualcosa di fluviale) e ne La terra dell’Estate, tenterò di mischiare lo steampunk con tematiche esoteriche.

L’accusa è di poco realismo, come se i computer a vapore lo fossero !

In verità, anche se la scuola copre un velo pietoso su queste vicende, i positivisti erano appassionati dell’occulto.

Lombroso era appassionato di mesmerisco e in vecchia difese a spada tratta medium e spiritisti.

Lo stesso vitalismo di Marinetti aveva una base ermetica e misticheggiante: il movimento, l’azione, il dinamismo non sono che l’espressione dell’energia spirituale che nega la materia

E lo stesso Boccioni ha paragonato la sua arte allo spiritismo

“Intorno a noi vagano energie; dai nostro corpi emanano fluidi di potenza. Il mistero biologico della materializzazione mediatica è una certezza, una chiarezza nell’intuizione del trascendentalismo fisico e degli stati d’animo plastici”

Insomma, per farla breve, non mi sto inventando nulla… Sto solo narrando quei giorni…